Orientamento: tra sogni e coaching - Master Coach Italia

Orientamento: tra sogni e coaching

Orientamento: tra sogni e coaching

In aula “Orientiamo il talento a scuola“.
Un incontro formativo con il Coach Pasquale Adamo, per apprendere una metodologia caratterizzata dal Coaching, per orientare il Talento dei più giovani!

Talento una parola di sole 7 lettere con un enorme significato:  inclinazione profonda per una passione, una capacità o un’abilità naturale, un desiderio profondo e spontaneo.

Ecco cosa ho scoperto attraverso questo percorso formativo:

1. Ognuno di noi ha almeno un talento innato.
Alcune persone riescono a trasformare la loro vita in un sogno, perchè sono stati in grado di focalizzare quel sogno e perché credono nella sua realizzazione nonostante gli ostacoli.
Il primo passo, quindi, è quello di individuare il sogno, dandosi il permesso di sognare.

2. Gli elementi del sogno.
Attraverso questo incontro formativo, ho imparato a riconoscere gli elemnti del sogno. Cosa lo contraddistigue? Come riconoscerlo? Come Coltivarlo?
Domande importanti per risposte ancora più importanti.

3. L’ingrediente segreto del sogno.
Anche il sogno ha il suo ingrediente segreto: l’immaginazione.
L’immaginazione è  la porta d’ingresso del sogno.
Attraverso questo incontro ho imparato ad alimentare sia la mia immaginazione, che quella di coloro che desiderano orientare il proprio Talento. Perchè è attraverso l’immaginazione che si può tracciare una strada per la realizzazione del Talento.

4. La tecnica della “scelta sui fogli“.
Una tecnica potentissima! Il nostro corpo è saggio. Sa già cosa è buono per noi. Attraverso questa tecnica si può usare la saggezza del nostro corpo per fare delle scelte. E quando si parla di orientamento, sicuramente, ci sono scelte da fare e decisioni da prendere.

In aula, il coach Pasquale Adamo – Direttore Didattico della Scuola di Coaching MCI che ho seguito personalmente –  ha spiegato con coinvolgimento e chiarezza, come nel momento della scelta scolastica, la figura del Coach sia importante, affinché i ragazzi scelgano la scuola (superiore o l’università) senza influenze esterne e basandosi sul proprio Talento.

Auguro ai ragazzi di oggi – gli adulti di domani – di poter dire un giorno “I miei sogni non li ho venduti al mercatino della realtà”.

Coach Daniela Pietromonaco (Allieva della Scuola di Coaching MCI)

 

Che ne pensi? Lascia un commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

'