Orientare il Talento: Coaching e Tiro con l'Arco - Master Coach Italia

Orientare il Talento: Coaching e Tiro con l’Arco

Orientare il Talento: Coaching e Tiro con l’Arco
Cosa accade quando usi il Coaching per orientare gli alunni di terza media?
E se aggiungi il Tiro con l’Arco?
Probabilmente, si crea un incontro speciale, che dà vita a percorso un pò sopra le righe, ma che spinge i ragazzi al coinvolgimento, alla partecipazione e all’entusiasmo.
Gli allievi della Scuola Zingarelli di Bari, sono stati i protagonisti di questo progetto (unico nel suo genere) di orientamento al talento.
Perchè unico?
Per 2 ragioni:
Prima hanno lavorato con il Coach Pasquale Adamo (Direttore Didattico Scuola di Coaching MCI), che ha guidato gli alunni in un viaggio alla scoperta del proprio Talento.
Le coordinate di questo viaggio sono stati i sogni, la passione, la fiducia in se stessi e la capacità di immaginare.
La cambusa composta da video ispirazionali e immagini motivazionali.
I punti di riferimento: Walt Disney (se puoi immaginarlo, puoi realizzarlo); Kung Fu Panda (esempio di fiducia in se stesso cercata e trovata, nonostante i limiti); Platone e Socrate (tra miti e arte della maieutica).
Con questi elementi, gli alunni sono stati chiamati a sognare, a lasciarsi guidare dalle loro passioni e coltivare le loro inclinazioni.
Potevamo fermarci? Forse, sì.
Ma il viaggio verso l’eccellenza è una costanza che non conosce fermate definitive.
Così, l’ultimo incontro è stato dedicato al Tiro con l’Arco.
Accompagnati dall’esperienza dell’istruttrice Chiara Maggi, gli Alunni hanno sperimentato l’affascinante mondo del Tiro con l’Arco.
Uno sport che in pochi istanti (scoccare una freccia avviene in pochi secondi) racchiude un intero mondo!
L’attenzione al proprio corpo e alla postura. L’incidenza della tensione e della paura di sbagliare.
Il rapporto con un obiettivo da raggiungere. La gestione dei propri pensieri e delle proprie emozioni.
Praticamente, la metafora perfetta della vita di ogni giorno e di quello che ci aspetta lì fuori.
E poi, la respirazione, i micromovimenti, il bersaglio, il sostegno dei compagni, la pressione, il coraggio di sbagliare e il coraggio di riprovare… e i tanti suggerimenti che Chiara Maggi, grazie alla sua grandissima esperienza, sia come insegnante, sia come istruttrice, ci ha donato.
Tutto questo, impreziosito da Luciano Spera ( Istruttore di Tiro con L’arco e Consigliere Federale Fitarco), che ha contribuito a rendere l’esperienza del Tiro con l’Arco ancora più affascinante e funzionale all’orientamento.
Così siamo giunti al termine di questo cammino intenso.
Un cammino che è iniziato e che ha potuto prendere forma, grazie al Talento (non è un caso) e al Cuore (nel senso di amorevolezza) della Professoressa Patrizia Sollecito.
Insegnante e guida in questi 3 anni di scuola media, che sicuramente ha portato a termine il compito più audace e ambizioso che si può chiedere ad un “Maestro”: Colui che è maestro di scuola può cambiare la faccia del mondo. (Leibniz)
A noi, resta solo il compito di augurare a tutti loro BUONA VITA!

Che ne pensi? Lascia un commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

'