febbraio 2015 - Master Coach Italia
Self-coaching: il pensiero e l’azione

Self-coaching: il pensiero e l’azione

Il Coaching è la disciplina che ti insegna a raggiungere l’eccellenza. Il Coaching non è soltanto un insieme di tecniche e di strategie utili a lavorare su di sè, ma è un approccio alla vita, è uno stile di pensiero, è un metodo di lavoro! In questo articolo, vederemo in che modo il Coaching interviene sul nostro sistema di pensiero e, di conseguenza, quali sono i risultati che si possono ottenere. Naturalmente, il Coach interviene sia sul nostro sistema di pensiero (convinzioni limitanti e abitudini dannose), sia sul nostro sistema comportamentale (atteggiamenti e azioni limitanti). Ecco un esempio di pensiero e azione inefficace: a) intorno a me assisto ad un cambiamento (calo del fatturato, calo della performance sportiva, conflittualità nelle relazioni) b) Evito la realtà e cerco di non pensarci. c) Quando la situazione diventa insostenibile inizio a incolpare gli altri: “i miei collaboratori sono inaffidabili”, “il mio allenatore non è all’altezza”, “gli altri non mi capiscono”. d) Quando incolpare gli altri non è più sufficiente, inizio a trovare scuse: “è colpa della crisi”; “non  sono fortunato”; “gli altri mi invidiano” e) L’unica azione possibile è l’attesa e la speranza che qualcosa cambi! Vediamo ora cosa ti insegna il Coach e come lo schema precedente venga completamente stravolto. Pensiero e Azione efficace: a) intorno a me assisto ad un cambiamento (calo del fatturato, calo della performance sportiva, conflittualità nelle relazioni, etc) b) Indago la realtà e mi chiedo: “cosa sta succedendo?” In questo modo, vado alla ricerca delle cause del cambiamento. c) Riconosco la realtà e trova una soluzione. Dopo aver trovato le cause del cambiamento, evito le scuse...
'